Portale Trasparenza Provincia autonoma di Trento - Accessibilita'

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Accessibilita'

Il presente sito web è realizzato seguendo le direttive sancite dal W3C ed è pienamente conforme alla Legge n. 4/04 aggiornata dal decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 106 e successive disposizioni attuative, ivi inclusi i requisiti di cui al punto 9 della norma UNI EN 301549:2018 che equivalgono alla conformità con il livello AA delle WCAG 2.1.

  • 1.1.1 Contenuti non testuali (livello A)

    Tutti i contenuti non testuali presentati all'utente hanno un'alternativa testuale equivalente che serve allo stesso scopo, ad eccezione dei seguenti casi:

    Controlli, input - Media temporizzati - Test - Esperienze sensoriali - CAPTCHA

  • 1.2.1 Solo audio e solo video (preregistrati) (livello A)

    Per i tipi di media preregistrati di solo audio e di solo video, a meno che questi non costituiscano un tipo di media alternativo ad un contenuto testuale chiaramente etichettato come tale, sono soddisfatti i seguenti punti:

    Solo audio preregistrato - Solo video preregistrato

  • 1.2.2 Sottotitoli (preregistrati) (livello A)

    Per tutti i contenuti audio preregistrati presenti in tipi di media sincronizzati sono forniti sottotitoli, eccetto quando tali contenuti sono alternativi ad un contenuto testuale e sono chiaramente etichettati come tali.

  • 1.2.3 Audiodescrizione o tipo di media alternativo (preregistrato) (livello A)

    Per i media sincronizzati è fornita un'alternativa ai media temporizzati, oppure una audiodescrizione dei contenuti video preregistrati, eccetto quando il contenuto audio o video è alternativo ad un contenuto testuale ed è chiaramente etichettato come tale.

  • 1.2.4 Sottotitoli (in tempo reale) (Livello AA)

    Per tutti i contenuti audio in tempo reale sotto forma di media sincronizzati sono forniti sottotitoli.

  • 1.2.5 Audiodescrizione (preregistrata) (Livello AA)

    Per tutti i contenuti video preregistrati sotto forma di media sincronizzati è fornita una audiodescrizione.

  • 1.3.1 Informazioni e correlazioni (Livello A)

    Le informazioni, la struttura e le correlazioni trasmesse dalla presentazione possono essere determinate programmaticamente oppure sono disponibili tramite testo.

  • 1.3.2 Sequenza significativa (Livello A)

    Quando la sequenza in cui il contenuto è presentato influisce sul suo significato, la corretta sequenza di lettura può essere determinata programmaticamente.

  • 1.3.3 Caratteristiche sensoriali (Livello A)

    Le istruzioni fornite per comprendere ed operare sui contenuti non si basano unicamente su caratteristiche sensoriali dei componenti quali forma, colore, dimensione, ubicazione visiva, orientamento o suono.

  • 1.3.4 Orientamento (solo il livello AA 2.1)

    La visualizzazione e il funzionamento di un contenuto non dipendono dall'orientamento dello schermo, ad esempio verticale o orizzontale, a meno che questo non sia essenziale.

  • 1.3.5 Identificare lo scopo degli input (solo livello AA 2.1)

    Lo scopo di ciascun campo di input per le informazioni sull'utente può essere determinato programmaticamente quando:

    • Il campo di input ha uno scopo noto, identificato nella sezione scopo dell'input per i componenti dell'interfaccia utente
    • Il contenuto è implementato utilizzando tecnologie che supportino l'identificazione del significato atteso dei dati inseriti del modulo
  • 1.4.1 Uso del colore (Livello A)

    Il colore non deve essere utilizzato come unica modalità visiva per rappresentare informazioni, indicare azioni, richiedere risposte o come elemento di distinzione visiva.

  • 1.4.2 Controllo del sonoro (livello A)

    Se un contenuto audio all'interno di una pagina Web è eseguito automaticamente per più di tre secondi o si fornisce una funzionalità per metterlo in pausa o interromperlo, oppure si fornisce una modalità per il controllo dell'audio che sia indipendente dal controllo predefinito del sistema.

  • 1.4.3 Contrasto minimo(Livello AA)

    La rappresentazione visiva del testo e di immagini contenenti testo ha un rapporto di contrasto di almeno 4.5:1, fatta eccezione per i seguenti casi:

    • Testo grande: Testo grande e immagini contenenti testo grande devono avere un rapporto di contrasto di almeno 3:1
    • Testo non essenziale: Testo o immagini contenenti testo che siano parti inattive di componenti dell'interfaccia utente, che siano di pura decorazione, non visibili a nessuno, oppure che facciano parte di immagini contenenti contenuti visuali maggiormente significativi, non hanno alcun requisito di contrasto
    • Logotipi: Un testo che sia parte di un logo o marchio non ha alcun requisito minimo di contrasto
  • 1.4.4 Ridimensionamento del testo (Livello AA)

    Il testo, ad eccezione dei sottotitoli e delle immagini contenenti testo, può essere ridimensionato fino al 200 percento senza l'ausilio di tecnologie assistive e senza perdita di contenuto e funzionalità.

  • 1.4.5 Immagini di testo (Livello AA

    Se le tecnologie utilizzate consentono la rappresentazione visiva dei contenuti, per veicolare informazioni è usato il testo, e non le immagini di testo, ad eccezione dei seguenti casi:

    • Personalizzabile: L'immagine di testo può essere personalizzata visivamente per le esigenze dell'utente
    • Essenziale: Una particolare rappresentazione del testo è essenziale per il tipo di informazioni veicolate
  • 1.4.10 Ricalcolo del flusso (livello AA - WCAG 2.1)

    Il contenuto può essere ripresentato senza perdita di informazioni o funzionalità e senza richiedere lo scorrimento in due dimensioni per:

    • Contenuto a scorrimento verticale con una larghezza equivalente a 320 CSS pixel
    • Contenuto a scorrimento orizzontale ad un'altezza equivalente a 256 CSS pixel

    Tranne per le parti del contenuto che richiedono layout bidimensionale per l'utilizzo o per comprenderne il senso.

  • 1.4.11 Contrasto in contenuti non testuali (livello AA – WCAG 2.1)

    Nella presentazione visiva il rapporto di contrasto è di almeno 3:1 rispetto al colore o ai colori adiacenti per:

    • Componenti dell'interfaccia utente: Le informazioni visive richieste per identificare i componenti dell'interfaccia utente e gli stati (ad eccezione dei componenti inattivi o dove l'aspetto del componente è determinato dal programma utente e non modificato dall'autore)
    • Oggetti grafici: Parti di grafica necessarie per comprendere il contenuto, tranne quando una particolare presentazione di grafica sia essenziale per le informazioni trasmesse
  • 1.4.12 Spaziatura del testo (livello AA – WCAG 2.1)

    Nei contenuti implementati utilizzando linguaggi di markup che supportano le seguenti proprietà di stile per il testo, non si verifica alcuna perdita di contenuto o funzionalità impostando quanto segue senza modificare altre proprietà di stile:

    • Altezza della linea (interlinea) di almeno 1,5 volte la dimensione del carattere
    • Spaziatura dopo i paragrafi di almeno 2 volte la dimensione del carattere
    • Spaziatura tra le lettere di almeno 0,12 volte la dimensione del carattere
    • Spaziatura tra le parole di almeno 0,16 volte la dimensione del carattere

    Eccezione: le lingue e le scritture che non utilizzano una o più di queste proprietà nel testo scritto sono conformi quando si può applicare il criterio alle sole proprietà esistenti per quella combinazione di lingua e scrittura.

  • 1.4.13 Contenuto con Hover o Focus (livello AA -WCAG 2.1)

    Nel caso in cui il passaggio del puntatore del mouse (hover) o il focus della tastiera rendono visibili e nascosti dei contenuti, sono soddisfatte le seguenti condizioni:

    • Congedabile: È disponibile un meccanismo per eliminare il contenuto aggiuntivo senza spostare il puntatore del mouse o il focus della tastiera, a meno che il contenuto aggiuntivo non comunichi un errore di immissione dei dati o non oscuri o sostituisca altri contenuti
    • Passabile: Se il passaggio del puntatore del mouse sul contenuto può attivare il contenuto aggiuntivo, il puntatore può essere spostato sul contenuto aggiuntivo senza che questo scompaia
    • Persistente: Il contenuto aggiuntivo rimane visibile fino a quando l'evento hover o focus non viene rimosso, l'utente lo elimina o le sue informazioni non sono più valide

    Eccezione: la presentazione visiva del contenuto aggiuntivo è controllata dal programma utente e non viene modificata dall'autore.

  • 2.1.1 Tastiera (Livello A)

    Tutte le funzionalità del contenuto sono utilizzabili tramite un'interfaccia di tastiera senza richiedere tempi specifici per la pressione dei singoli tasti, salvo il caso in cui sia la funzionalità di fondo a richiedere un input che dipende dal percorso del movimento dell'utente e non solo dai suoi punti d'arrivo.

  • 2.1.2 Nessun impedimento all'uso della tastiera(Livello A)

    Se il focus di tastiera può essere spostato tramite una interfaccia di tastiera su un componente della pagina, deve anche poter essere tolto dallo stesso componente usando solo la stessa interfaccia e, se a tal fine non fosse sufficiente l'uso dei normali tasti freccia o tab o l'uso di altri metodi di uscita standard, l'utente deve essere informato sul metodo per spostare il focus.

  • 2.1.4 Tasti di scelta rapida (livello A – WCAG 2.1)

    Se nel contenuto viene implementata una scorciatoia da tastiera utilizzando sole lettere (maiuscole e minuscole), segni di punteggiatura, numeri o simboli, allora è vera almeno una delle seguenti condizioni:

    • Disattivazione: È disponibile un meccanismo per disattivare la scorciatoia
    • Rimappatura: È disponibile un meccanismo per rimappare la scorciatoia in modo che usi uno o più caratteri non stampabili della tastiera (ad esempio Ctrl, Alt, ecc.)
    • Attivazione solo al focus: La scorciatoia da tastiera per un componente dell'interfaccia utente è attiva solo quando questo è attivo
  • 2.2.1 Regolazione tempi di esecuzione(Livello A)

    Per ogni temporizzazione presente nel contenuto, è soddisfatto almeno uno dei seguenti casi:

    • Spegnimento: All'utente è consentito disattivare il limite di tempo prima di raggiungerlo; oppure
    • Regolazione: All'utente viene consentito di regolare il limite di tempo prima di raggiungerlo in un'ampia gamma che sia almeno dieci volte superiore alla durata dell'impostazione predefinita; oppure
    • Estensione: L'utente viene avvisato prima dello scadere del tempo; gli sono dati almeno 20 secondi per estendere il limite tramite un'azione semplice (per esempio: "premere la barra spaziatrice") e gli è consentito di estendere il limite per almeno 10 volte; oppure
    • Eccezione per eventi in tempo reale: Il limite di tempo è un elemento fondamentale di un evento in tempo reale (ad esempio, un'asta on line), e non è possibile eliminare questo vincolo; oppure
    • Eccezione di essenzialità: Il limite di tempo è essenziale per l'attività (ad esempio: una verifica a tempo) ed estenderlo lo invaliderebbe; oppure
    • Eccezione delle 20 ore: Il limite di tempo è superiore a 20 ore
  • 2.2.2 Pausa, Stop, Nascondi (Livello A)

    Nei casi di animazioni, lampeggiamenti, scorrimenti o auto-aggiornamenti di informazioni, sono soddisfatti tutti i seguenti punti:

    • Spostamento, lampeggiamento, scorrimento: Per qualsiasi movimento, lampeggiamento o scorrimento di informazioni che (1) si avvia automaticamente, (2) dura più di cinque secondi e (3) è presentato in parallelo con altro contenuto, è presente un meccanismo per metterlo in pausa, interromperlo o nasconderlo, a meno che il movimento, il lampeggiamento o lo scorrimento siano parte essenziale dell'attività; e
    • Auto-aggiornamento: Per qualsiasi auto-aggiornamento di informazioni che (1) si avvia automaticamente ed (2) è presentato in parallelo con altro contenuto, è presente un meccanismo per metterlo in pausa, interromperlo o nasconderlo o per controllare la frequenza dell'aggiornamento a meno che l'auto-aggiornamento sia parte essenziale dell'attività
  • 2.3.1 Tre lampeggiamenti o inferiore alla soglia (Livello A)

    Nei casi di animazioni, lampeggiamenti, scorrimenti o auto-aggiornamenti di informazioni, sono soddisfatti tutti i seguenti punti:

    Le pagine Web non contengono nulla che lampeggi per più di tre volte in un secondo oppure il lampeggiamento è al di sotto della soglia generale di lampeggiamento e della soglia del lampeggiamento rosso.

  • 2.4.1 Salto di blocchi (Livello A)

    Nei casi di animazioni, lampeggiamenti, scorrimenti o auto-aggiornamenti di informazioni, sono soddisfatti tutti i seguenti punti:

    È disponibile un meccanismo per saltare i blocchi di contenuto che si ripetono su più pagine Web.

  • 2.4.2 Titolazione della pagina (Livello A)

    Le pagine Web hanno titoli che ne descrivono l'argomento o la finalità.

  • 2.4.3 Ordine del focus (Livello A)

    Se una pagina Web può essere navigata in modo sequenziale e le sequenze di navigazione influiscono sul suo significato e sul suo funzionamento, gli oggetti che possono ricevere il focus lo ricevono in un ordine che ne conserva il senso e l'operatività.

  • 2.4.4 Scopo del collegamento (nel contesto) (Livello A)

    Lo scopo di ogni collegamento può essere determinato dal solo testo del collegamento oppure dal testo del collegamento insieme a dei contenuti contestuali che possono essere determinati programmaticamente, salvo il caso in cui lo scopo del collegamento potrebbe risultare ambiguo per la gli utenti in generale.

  • 2.4.5 Differenti modalità (Livello AA)

    Rendere disponibili più modalità per identificare una pagina Web all'interno di un insieme di pagine Web, salvo il caso in cui una pagina Web sia il risultato – o una fase – di un'azione.

  • 2.4.6 Intestazioni ed etichette (Livello AA)

    Utilizzare intestazioni ed etichette per descrivere argomenti o finalità.

  • 2.4.7 Focus visibile (Livello AA)

    Qualsiasi interfaccia utente utilizzabile tramite tastiera ha una modalità operativa in cui è visibile l'indicatore del focus.

  • 2.5.1 Movimenti del puntatore (livello AA -WCAG 2.1)

    Tutte le funzionalità che per il loro utilizzo richiedono gesti multi punto o basati su percorsi possono essere gestite con un puntatore singolo senza gesti basati sul percorso, a meno che questi non siano essenziali.

  • 2.5.2 Cancellazione delle azioni del puntatore(livello AA - WCAG 2.1)

    Per le funzionalità che possono essere gestite utilizzando un singolo puntatore, si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

    • Nessun evento di selezione (down-event): L'evento di selezione (down-event) del puntatore non è usato per eseguire alcuna parte della funzione
    • Interruzione o annullamento: La funzione viene portata a termine sull'evento di rilascio (up-event) ed è disponibile un meccanismo per interrompere la funzione prima del completamento o per annullarla dopo il completamento
    • Inversione: L'evento di rilascio (up-event) inverte qualsiasi risultato dell'evento di selezione (down-event) precedente
    • Essenziale: È essenziale completare la funzione sull'evento di selezione (down-event)
  • 2.5.3 Etichetta nel nome (livello AA - WCAG 2.1

    Per i componenti dell'interfaccia utente con etichette che includono testo o immagini di testo, il nome contiene il testo che viene presentato visivamente.

  • 2.5.4 Azionamento da movimento (livello AA -WCAG 2.1)

    Le funzionalità che possono essere azionate dal movimento del dispositivo o dell'utente possono anche essere attivate dai componenti dell'interfaccia utente e la risposta al movimento può essere disabilitata per impedire l'attivazione accidentale, tranne quando:

    • Interfaccia supportata: Il movimento viene utilizzato per attivare la funzionalità attraverso un'interfaccia compatibile con l'accessibilità
    • Essenziale: Il movimento è essenziale per la funzione e non farlo invaliderebbe l'attività
  • 3.1.1 Lingua della pagina (Livello A)

    L'impostazione della lingua predefinita di ogni pagina Web può essere determinata programmaticamente.

  • 3.1.2 Parti in lingua(Livello AA)

    La lingua di ogni passaggio o frase nel contenuto può essere determinata programmaticamente ad eccezione di nomi propri, termini tecnici, parole in lingue indeterminate e parole o frasi che sono diventate parte integrante del gergo del testo immediatamente circostante.

  • 3.2.1 Al Focus (Livello A)

    Quando qualsiasi componente dell'interfaccia utente riceve il focus, non avvia un cambiamento del contesto.

  • 3.2.2 All’input (Livello A)

    Cambiare l'impostazione di qualsiasi componente nell'interfaccia utente non provoca automaticamente un cambiamento di contesto, a meno che l'utente sia stato informato del comportamento prima di utilizzare il componente.

  • 3.2.3 Navigazione coerente (Livello AA)

    I meccanismi di navigazione che sono ripetuti su più pagine Web all'interno di un insieme di pagine Web, appaiono nello stesso ordine relativo ogni volta che si ripetono, a meno che un cambiamento sia stato avviato da un utente.

  • 3.2.4 Identificazione coerente (Livello AA)

    I componenti che hanno la stessa funzionalità all'interno di un insieme di pagine Web sono identificati in modo coerente.

  • 3.3.1 Identificazione di errori (Livello A)

    Se viene rilevato automaticamente un errore di inserimento, l'elemento in errore viene identificato e l'errore descritto tramite testo.

  • 3.3.2 Etichette o istruzioni (Livello A)

    Sono fornite etichette o istruzioni quando il contenuto richiede azioni di input da parte dell'utente.

  • 3.3.3 Suggerimenti per gli errori (Livello AA)

    Se viene identificato un errore di inserimento e sono noti dei suggerimenti per correggerlo, tali suggerimenti vengono forniti all'utente, a meno che ciò non pregiudichi la sicurezza o la finalità del contenuto.

  • 3.3.4 Prevenzione degli errori (legali, finanziari, dati) (Livello AA)

    Per le pagine Web che contengono vincoli di tipo giuridico o transazioni finanziarie per l'utente che gestiscono la modifica o la cancellazione e gestione di dati controllabili dall'utente in un sistema di archiviazione oppure che inoltrano le risposte degli utenti a test, è soddisfatta almeno una delle seguenti condizioni:

    • Reversibilità: Le azioni sono reversibili
    • Controllo: I dati inseriti dall’utente vengono verificati e all’utente viene data l’opportunità di correggere gli errori
    • Conferma: È disponibile un meccanismo per la revisione, conferma e correzione delle informazioni prima del loro invio definitivo
  • 4.1.1 Analisi sintattica (parsing) (Livello A)

    Nel contenuto implementato utilizzando linguaggi di marcatura gli elementi possiedono tag di apertura e chiusura completi, sono annidati in conformità alle proprie specifiche, non contengono attributi duplicati e tutti gli ID sono univoci, salvo i casi in cui le specifiche permettano eccezioni.

  • 4.1.2 Nome, ruolo, valore (Livello A)

    Per tutti i componenti dell'interfaccia utente (inclusi ma non limitati a: elementi di un modulo, collegamenti e componenti generati da script), nome e ruolo possono essere determinati programmaticamente; stati, proprietà e valori che possono essere impostati dall'utente possono essere impostabili da programma; e le notifiche sui cambi di stato di questi elementi sono rese disponibili ai programmi utente, incluse le tecnologie assistive.

  • 4.1.3 Messaggi di stato (Livello AA - WCAG 2.1)

    Nei contenuti implementati utilizzando i linguaggi di marcatura, i messaggi di stato possono essere determinati programmaticamente tramite ruolo o proprietà in modo tale che possano essere presentati all'utente mediante tecnologie assistive senza ricevere il focus.

Questa è una sezione di snodo che non pubblica alcun contenuto. Prosegui la navigazione accedendo, se disponibili, ad una delle voci del menu di navigazione della pagina.
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza Dante, 15 - 38122 Trento (TN)
PEC segret.generale@pec.provincia.tn.it
Centralino 0461 495111
P. IVA 00337460224
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:

Provincia autonoma di Trento - Servizi realizzati da Trentino Digitale S.p.A.

Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it